Auto e Fisco: Italia VS Europa

3 Gennaio 2019
Postato da: Dott. Ventura L.
Nel nostro Paese il trattamento fiscale dei veicoli a motore è sostanzialmente identico sia che questi siano in proprietà, leasing o noleggio a lungo termine. Ciò che fa realmente la differenza è il tipo di veicolo (trasporto persone o trasporto cose) , l’utilizzo dello stesso (uso strumentale all’attività esercitata o promiscuo) e il profilo fiscale del soggetto che acquista o noleggia il veicolo (privato, azienda, professionista o ente pubblico).
La tassazione sui veicoli a motore in Unione Europea muove qualcosa come 413 miliardi di euro l’anno, circa tre volte il bilancio totale dell’Unione europea e questa cifra risulta in crescita del 4% rispetto all’anno precedente.

Sono i dati forniti dall’AceaAssociazione europea dei costruttori di automobili, che ha appena pubblicato la Guida fiscale 2018, contenente le informazioni più aggiornate sulle tasse e sul trattamento fiscale dell’auto in zona EU: dall’acquisto (IVA, imposta sulle vendite, imposta di immatricolazione), al possesso (tassa annuale di circolazione, tasse stradali) al carburante (accise).

La tassazione degli autoveicoli – ha affermato il segretario generale di ACEA, Erik Jonnaert – vale centinaia di miliardi di euro all’anno per i governi europei, contribuendo in modo significativo ai progetti finanziati con fondi pubblici e alla salute generale dell’economia.


La nuova Guida fiscale mostra un’ampia diversità tra i vari Paesi dell’UE dal punto di vista sia della base fiscale che dei livelli di tassazione dei veicoli in base alla loro potenza, prezzo, peso, cilindrata o una combinazione di questi fattori.
Si evidenzia la tendenza sempre più consistente  di paesi che stanno adottando nuovi sistemi di tassazione collegati alle emissioni di CO2.
Per quanto riguarda le immatricolazioni di auto aziendali, in Italia rappresentano circa il 24% del totale contro il 62% della Germania, il 55% della Gran Bretagna, il 49% della Spagna e il 43% della Francia. La diffusione dell’auto aziendale nel nostro Paese è dunque ancora decisamente lontana dalla situazione dei maggiori paesi europei. La responsabilità di tale situazione deve essere ricercata principalmente nell’inadeguatezza della fiscalità del nostro paese.

Es: Italia VS Germania

Particolarmente interessante risulta il confronto tra la situazione italiana e quella tedesca. Per vedere in concreto che cosa comporta per una azienda italiana la voracità del fisco rispetto ad una azienda europea facciamo l’esempio di un’auto aziendale media con un prezzo su strada Iva compresa di 30.000 euro. La prima differenza è nell’aliquota Iva che in Germania è del 19% ed in Italia è del 22%. Questo significa che al netto dell’Iva il costo dell’auto che si può comprare spendendo Iva compresa 30.000 euro è di 25.210 euro in Germania e di 24.590 euro in Italia.
Per effetto della differenza di aliquota l’ammontare dell’Iva è di 4.790 euro in Germania e di 5.410 euro in Italia. In Germania la detraibilità dell’Iva è integrale mentre in Italia si può detrarre soltanto il 40%, cioè la detrazione è di 4.790 euro in Germania e di 2.164 euro in Italia. Altra significativa differenza è data dalla deducibilità dell’ammortamento dell’auto che in Germania è integrale e che in Italia è invece limitata al 20% di 18.076 euro.

L’abissale differenza di trattamento fiscale dell’auto tra Italia e resto d’Europa

Ciò significa che l’azienda tedesca potrà dedurre dal suo imponibile 25.210 euro e quella italiana soltanto 3.615,20 euro (cosiddetto tetto fiscale)Considerando insieme l’iva e le altre imposte per un’auto da 30.000 euro la somma di detrazioni e deduzioni fiscali in Germania è di 30.000 euro e in Italia di 5.779,20.Alla luce di questi dati è quantomai urgente l’esigenza di procedere a livello politico ad un’armonizzazione della normativa fiscale sull’auto aziendale agli standard europei, perché anche su questo terreno il nostro Paese è molto lontano dal modello Europa e il prezzo non lo pagano soltanto le aziende, ma la nostra intera economia.

Lascia un commento